Interrogazione parlamentare al disastro Bruscella

daniela-de-donnoRingraziamo Daniela De Donno, portavoce del M5S, per l’interrogazione parlamentare al disastro Bruscella.

Riportiamo di seguito il testo integrale dell’interrogazione:

Interrogazione a risposta scritta 4-04396 presentata da DANIELA DONNO giovedì 30 luglio 2015, seduta n.494

DONNO, MORONESE, LEZZI, CAPPELLETTI, BERTOROTTA, PETROCELLI, PAGLINI, MORRA, PUGLIA, SANTANGELO – Ai Ministri dell’interno, del lavoro e delle politiche sociali, dello sviluppo economico e dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare – Premesso che:

in data 24 luglio 2015, a Modugno (Bari), nello stabilimento di fuochi d’artificio della ditta “Bruscella Fireworks”, si verificava un’esplosione che causava, stando agli ultimi drammatici bilanci, la morte di 10 persone;

la tragedia si verificava mentre all’interno della fabbrica gli operai erano impegnati nello svolgimento della loro attività lavorativa;

secondo quanto riportato dalla “Gazzetta del Mezzogiorno”, in data 25 luglio, “l’esplosione è stata tremenda e ha provocato un boato che è stato sentito a chilometri di distanza, anche nei paesi vicini”. La fabbrica è andata completamente distrutta, le operazioni di recupero dei corpi hanno richiesto svariate ore e “le macerie, così come anche alcune delle vittime, sono state proiettate a decine di metri di distanza”;

sempre secondo quanto diffuso dalla stessa testata, in data 27 luglio, veniva “iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Bari, Antonio Bruscella, l’unico (rimasto illeso) dei soci titolari sopravvissuti”;

l’area della tragedia, su disposizione della Procura di Bari che attualmente indaga per disastro colposo, veniva posta sotto sequestro,

si chiede di sapere:

se i Ministri in indirizzo siano a conoscenza dei fatti esposti;

se risulti che tutte le necessarie misure di sicurezza siano state applicate;

quali iniziative, secondo le rispettive competenze, intendano adottare al fine di accelerare la corretta ricostruzione della dinamica dell’esplosione nonché accertare le cause del tragico episodio e verificare il rispetto, da parte dell’azienda, della normativa vigente in tema di sicurezza sul lavoro;

quali urgenti azioni intendano intraprendere al fine di garantire una maggiore prevenzione evitando che analoghi incidenti si ripetano;

quali iniziative intendano assumere per garantire l’adeguato sostegno nei confronti dei familiari delle vittime oltre, a conclusione delle indagini, all’opportuno ristoro di ogni diritto leso;

di quali elementi dispongano in ordine alle conseguenze ambientali dell’accaduto e come, all’occorrenza, intendano intervenire per impedire o limitare eventuali ulteriori danni, in un’ottica di prevenzione nonché di innalzamento dei livelli di sicurezza.

Serafino

Appassionato di tecnologia applicata al web, aiuto i miei clienti a costruire la loro presenza online. E' un processo che copre tutti i canali di comunicazione, dal sito internet ai profili social, fino alla costruzione della mailing list aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.