TERSAN PUGLIA “DEVE” migliorare come stabilito dall’ARPA PUGLIA

PER TUTTA LA CITTADINANZA

Si ritiene necessario precisare quanto è in itinere per il “PROBLEMA TERSAN PUGLIA”

_Tersan_Puglia-2Per correttezza riportiamo quanto scrisse la Gazzetta del Mezzogiorno il 15 giugno 2014:

“BARI  –  Cancellate le accuse alla presunta fabbrica dei veleni. I giudici della I sezione penale della Corte d’appello hanno assolto ieri «perché il fatto non sussiste» Silvestro delle Foglie, di 65 anni e la moglie, Sabina Cirone, di 64 anni, i due amministratori unici dello stabilimento di Modugno specializzato nella produzione di fertilizzanti per l’agricoltura ottenuti mediante il trattamento di fanghi provenienti da depuratori pubblici”

Sta di fatto che Arpa Puglia scrisse nella sua relazione – che risale al marzo 2014 – “tra l’altro”, che i livelli ‘odorigeni’ delle lavorazioni di Tersan sono tali da poter determinare molestia per la popolazione esposta” e che le “criticità riscontrate” sono tante”.

Quindi la Provincia, diffidò TERSAN PUGLIA perché l’azienda mettesse a regola i suoi impianti entro il 30 giugno 2014.

Il 25 giugno 2014 la Provincia di Bari concesse una nuova proroga alla TERSAN PUGLIA di Modugno per altri novanta giorni per mettere a norma gli impianti.

La proroga è stata concessa in base ad una conferenza di servizi tenuta sulla base di una pesante relazione portata a compimento da Arpa Puglia, in conseguenza delle “pressanti sollecitazioni del Comune di Modugno” per la risoluzione della questione.

Il 30 settembre 2014 scadeva il termine ultimo imposto a TERSAN PUGLIA, dalla Provincia, per l’eliminazione degli odori molesti.

Ad agosto 2014, come tutti sappiamo, ci fu lo scioglimento del consiglio comunale di Modugno e………..”chi s’è visto s’è visto” !!!

Il Comune può fare poco in una vicenda nella quale non ha poteri suoi propri, e nella quale le decisioni giudiziarie danno sinora ragione a TERSAN PUGLIA_

VA RIAPERTA UN’ASPRA BATTAGLIA ED IL M5S SARA’ IN PRIMISSIMA AVANGUARDIA !!!

VI TERREMO AGGIORNATI TRAMITE QUESTO BLOGSIGNIFICATO 5 STELLE

4 pensieri riguardo “TERSAN PUGLIA “DEVE” migliorare come stabilito dall’ARPA PUGLIA

  • 17 giugno 2015 in 11:17
    Permalink

    Per dovere di precisione l’articolo citato come datato 15 giugno 2014 è in realtà del 05 Maggio 2009 . Una vicenda vecchia, per altro riferita a tempi circoscritti tra il 1999 e il 2002. La Tersan da circa 15 anni non tratta fanghi di nessun genere ma solo frazione organica dei rifiuti solidi urbani.
    Così si genera solo confusione.

    Risposta
    • 17 giugno 2015 in 18:59
      Permalink

      Per dovere di precisione, anche da parte nostra, riporto un ulteriore articolo di BARITODAY, del 25 giugno 2014, dal quale si evince l’attuale situazione della TERSAN PUGLIA di “MODUGNO” (è presente anche a GRUMO !!!) che abbiamo descritto nel nostro articolo. Lei, cortesemente, ci fornisca i suoi dati, documenti e quant’altro che ritiene più attendibili dei nostri. Grazie della collaborazione che vorrà fornirci e speriamo di ri-leggerLa al più presto. http://www.baritoday.it/cronaca/tersan-puglia-modugno-proroga-messa-a-norma-impianti.html

      Risposta
      • 18 giugno 2015 in 23:36
        Permalink

        Trattasi del servizio girato da Telenorba il 19.10.2013 presso lo stabilimento di Modugno in occasione del “General Programme BCD 2013 – International Conference Biochars, Composts and Digestates”.

        Da ascoltare con attenzione perché si parla di aria pulita per niente maleodorante immessa in circolo dopo la lavorazione.

        Rivolgendomi ai concittadini: siete convinti di tanta bontà, trascorsi un anno e mezzo da quell’evento mediatico in programma dal 17 al 20 ottobre 2013?

        L’evento fu sponsorizzato anche dalla stessa azienda ma purtroppo il sito web non è più online http://www.bcd2013.eu/general-provisional-programme ?

        Risposta
  • 25 giugno 2015 in 08:21
    Permalink

    Intanto, oggi alle 6.50 è iniziato il COPRIFUOCO.
    Un biglietto da visita per nulla edificante per tutta la cittadina.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.